Statuto


II Premio si articola in tre sezioni:

Lingua italiana
Lingua latina "Certamen Mediolanense"
Lingue straniere: francese,  inglese,  spagnolo e tedesco
e su tre temi obbligatori: due per la lingua italiana e per le lingue straniere, uno per la lingua latina.

Presidenza
Sono stati previsti tre Presidenti:
Presidente del Premio
Presidente Onorario
Presidente di Giuria

Commissione

E’ formata da nove giudici, il cui giudizio è insindacabile:
5 per la lingua italiana 2 per la lingua latina 2 per le lingue straniere
di provata capacità di giudizio e di assoluta fiducia, scelti dal
Presidente del Premio.
Il Premio si avvale inoltre di un garante (notaio o avvocato) per la
tutela della serietà della manifestazione.

Premi
Primo premio per la lingua italiana: TROFEO "LA STREGHETTA", statua in bronzo dello scultore francese Roger del Puppo, e pergamena - diploma.

Secondo premio: TARGA della REGIONE LOMBARDIA e pergamena – diploma.

Terzo premio: TARGA della PROVINCIA di MILANO e pergamena – diploma.

Primo premio per la lingua latina: Targa d'argento.

Primo premio per le lingue straniere: Targa d'argento.

Altri premi vengono così distribuiti:

Gruppo A: sette poesie classificate, (premiate con bassorilievo in bronzo, raffigurante la Streghetta, portante il numero di classifica e nominativo, più pergamena - diploma).

Gruppo B: dieci poesie segnalate ex aequo, (premiate con targhetta nominativa e pergamena - diploma).

Gruppo C: dieci poesie partecipanti con merito (premiati con medaglie portante il logo della Streghetta e pergamena – diploma).

Tutti i partecipanti riceveranno il Certificato di partecipazione al premio, con le firme dei Presidenti.
N.B. Il trofeo "Streghetta" viene attribuito una sola volta. Qualora il concorrente risultasse vincitore anche nell'anno o negli anni successivi gli verrà consegnata, in sostituzione, una medaglia d'oro con il marchio della Streghetta.

Manifestazione
La manifestazione è pubblica, aperta a tutti, (concorrenti e non). Durante la cerimonia verranno lette le 20 poesie finaliste che vengono così proposte anche al giudizio del pubblico.

Dibattito
Dopo la cerimonia, il giorno stesso o il giorno successivo, si terrà il dibattito, sui lavori presentati, davanti alla Commissione giudicatrice al quale tutti possono intervenire.

Archivio
Tutti i lavori, i giudizi, le locandine, gli articoli di stampa, le fotografie ecc. verranno conservati nell'archivio del Circolo Culturale "Premio Streghetta" a disposizione dei concorrenti.
I lavori inviati non vengono restituiti e restano di proprietà del Circolo che li potrà utilizzare per eventuali pubblicazioni, con l'impegno di avvisarne per tempo gli autori.
In base alla legge sulla privacy n.675/96 il "PREMIO STREGHETTA" garantisce la riservatezza dei dati dei concorrenti che verranno utilizzati solo al fine di permettere lo svolgimento del concorso.


                                                                  Milano, gennaio 2006

                                                Il Presidente
                                   Serena Siniscalco Omodeo Salé